Home Mondo SAPI PERCHE’ SAPI PUO’ DEFINIRSI UN’IMPRESA CIRCOLARE IN TUTTI I SUOI ASPETTI?

PERCHE’ SAPI PUO’ DEFINIRSI UN’IMPRESA CIRCOLARE IN TUTTI I SUOI ASPETTI?

Scritto da Redazione Sapi

In questo periodo si sente molto parlare del concetto di circolarità dell’economia, ma in cosa consiste veramente? Circolarità significa massimizzare il riutilizzo delle risorse ed eliminare la produzione di rifiuti e gli sprechi.

Fin dalla sua nascita il Gruppo Sapi ha perseguito questo principio, infatti ogni anno produciamo più di 200.000 toner e più di 2.000 Stampanti, che, senza il nostro lavoro, sarebbero stati destinati a diventare rifiuti. Con noi, invece, vengono rilavorati e ritrasformarti in prodotti finiti, evitando così il prelievo di nuove risorse. 

Con una cartuccia Calligraphy si possono ottenere risparmi energetici fino all’80% e di conseguenza una riduzione delle CO2 in atmosfera!

Il nostro punto di partenza è la raccolta delle cartucce esauste. Grazie ad una prima lavorazione il rifiuto diventa materia prima secondaria. A questo punto avviene il processo di produzione e successivamente la vendita del prodotto finito. Questo processo è quindi ciclico: le cartucce diventano rifiuti, vengono ri-prodotti e ri-consegnati all’utente finale. (guarda il nostro processo di produzione)

Noi non riusciamo a pensare ad un modo migliore per il riutilizzo di risorse.

In tutto questo è essenziale il ruolo del cliente perché è necessariamente coinvolto in questo processo. Purtroppo la legislazione italiana non ha ancora previsto un meccanismo di raccolta per l’utente privato, ma per le imprese invece c’è la disponibilità dell’utilizzo dei cosiddetti ecobox, ossia al termine delle sua funzione deve essere correttamente depositata all’interno di questi appositi contenitori cosicché possa entrare nel meccanismo di raccolta.

Per ottenere migliori risultati ambientali e promuovere un modello di economia circolare, la scelta ottimale è quella di soddisfare questo fabbisogno attraverso l’affidamento del servizio integrato di ritiro di cartucce esauste, di preparazione per il riutilizzo e di fornitura di cartucce toner.

Sapi, in passato, ha avviato anche dei progetti definiti “in conto lavorazione”. Questo consisteva in  un approccio innovativo che ottimizzava i costi e azzerava gli sprechi e la produzione di rifiuti. In questo caso chi produceva i rifiuti era proprio chi acquistava la cartuccia rigenerata!

Come puoi contribuire a rendere circolare il mondo della stampa?

Se sei un privato prova a cercare il tuo consumabile nel nostro e-commerce 

Se sei un’azienda e vuoi limitare al minimo le tue emissioni di co2, riducendo i rifiuti non esitare a contattarci.

Related Posts

Leave a Comment