Home Economia Circolare IL PRINCIPIO DELLE 3R: REDUCE, REUSE, RECYLE

IL PRINCIPIO DELLE 3R: REDUCE, REUSE, RECYLE

Scritto da Redazione Sapi

Le risorse del nostro pianeta sono limitate e i cambiamenti climatici sono sotto gli occhi di tutti e rappresentano la più grande sfida del nostro tempo. Bisogna necessariamente trovare delle risposte e per tale motivo l’Unione Europea ha inserito il “Principio delle 3R: Reduce, Reuse, Recycle” (ridurre, riutilizzare/rigenerare, riciclare). La prevenzione della creazione dei rifiuti, e di conseguenza ridurli, è il primo passo da compiere, sicuramente è l’opzione migliore per il nostro pianeta, ma non sempre possibile da attuare.

Per creare un’autentica economia circolare è necessario concentrarsi sull’intero ciclo di vita del prodotto, in modo da preservare risorse e consentire, da una parte, un notevole risparmio economico, dall’altra, una considerevole riduzione delle emissioni dei gas a effetto serra.

Riutilizzare, infatti, è la scelta ecosostenibile per eccellenza, in quanto riduce l’inquinamento e la produzione dei rifiuti, evitando lo spreco di materie prime. Per riutilizzare un prodotto è necessaria la sua rigenerazione, ossia la sostituzione dei componenti usurati. Il riutilizzo è qualsiasi operazione dove l’intero prodotto o le componenti di questo non sono trattati come rifiuti ma vengono utilizzati per lo scopo originario.

Rigenerare, e pertanto riutilizzare, non va confuso con il termine riciclare, questi vengono spesso scambiati per sinonimi, ma sono due processi che hanno ben poco in comune.

Riciclare significa convertire un prodotto in un nuovo materiale per la creazione di un nuovo oggetto. Lo scopo del riciclo è quello di recuperare i materiali di scarto e trasformarli in materia prima. L’intero processo comporta un grande consumo di energia per trasportare, dividere le materie prime, e infine per riassemblare i materiali in un nuovo prodotto. Sebbene il riciclaggio sia stato un elemento fondamentale della vita sostenibile per decenni, ha alcuni aspetti negativi e, alle volte, può essere un processo molto costoso.

Rigenerare, invece, vuol dire riutilizzare un prodotto destinato allo smaltimento, senza distruggerlo, per dargli nuova vita, processo che comporta un minor dispendio energetico. Riutilizzare è meglio di riciclare perché consente di risparmiare l’energia derivante dalla necessità di smantellare e ricostruire i prodotti. Inoltre riduce notevolmente gli sprechi e l’inquinamento perché diminuisce la quantità di materie prime necessarie, risparmiando sia le foreste che le risorse idriche.

Per questo Sapi ogni giorno recupera prodotti destinati a diventare rifiuti facendoli tornare ad essere “prodotti”, grazie a uno staff tecnico e produttivo altamente qualificato e alle tecnologie in uso. Il prodotto finale riesce a dare al consumatore le stesse prestazioni e i contenuti qualitativi del nuovo, a cui si aggiunge la consapevolezza di un prodotto nato nel rispetto delle condizioni lavorative. 

Scegliere un prodotto rigenerato Calligraphy è sinonimo di un atteggiamento responsabile, che permette di coniugare qualità, risparmio e attenzione verso l’ambiente.

Related Posts

Leave a Comment